NUMERO VERDE: 800 344 211

Da onicotecnica prima e insegnante di ricostruzione poi, ho visto quali sono le principali cause del perché molte delle mie colleghe onicotecniche perdono clienti. Una di queste è appunto il sollevamento del prodotto.

Sono molte le clienti che vedendo che il prodotto si stacca e non aderisce all’unghia, abbandonano il servizio di ricostruzione unghie e di conseguenza il tuo centro.

Per questo motivo, in questa nuovo articolo, inizieremo ad approfondire alcuni argomenti relativi al lavoro da salone che ti consentiranno di lavorare in modo più competente e professionale.

Oggi, nello specifico, parliamo sei fastidiosi sollevamenti del prodotto.

Devi sapere che oltre alla perdita di clienti, il sollevamento del prodotto è la principale causa dei danni all’unghia e nello specifico alla lamina ungueale.

Il sollevamento del prodotto impatta molto sulla lamina ungueale che:

  • si assottiglia
  • si stacca dal letto ungueale (onicolisi)
  • una volta danneggiata è più accessibile ai batteri e funghi
  • non aderisce bene il prodotto

Sollevamenti del prodotto: di chi è la colpa?

Ma a chi dobbiamo attribuire la colpa dei sollevamenti? Spesso diamo la colpa alla cliente dicendo che è stata disattenta e che non fa attenzione, ma la responsabilità al 90% è dell’onicotecnica e del 10% della cliente.

E secondo te per quale motivo? Te lo spiego immediatamente.

Ogni anno incontro centinaia di onicotecniche mie studenti e centinaia di clienti ogni mese. Il problema maggiore è da attribuire alle tecniche che “non educano le proprie clienti”.

La professione di onicotecnica non è limitarsi a limare le unghie o ad effettuare un semplice ricostruzione.

L’onicotecnica deve essere una consulente competente e professionale, che ha l’obbligo di dare i giusti consigli alle proprie clienti.

Fatta questa premessa, vediamo quali sono i punti su cui hai più controllo e che ti permettono di ridurre al minimo le distrazioni delle clienti.

Devi sapere che l’adesione del prodotto viene influenzato da moltissimi fattori. È importante che tu segua tutti i punti qui sotto, sono fondamentali affinché i tuoi trattamenti siano efficaci.

1 – Sollevamenti del prodotto: Verificare lo stato delle unghie…

Un problema che ho visto commettere a molte delle mie colleghe, è che evitano di verificare lo stato delle unghie prima di fare qualsiasi tipo di trattamento. Nella maggior parte dei casi non viene eseguita alcuna diagnosi delle unghie prima del trattamento.

Questo è un errore gravissimo dal quale partono le problematiche sulle unghie e i fastidiosi sollevamenti.

Moltissimi sollevamenti possono essere risolti solamente consigliando alla cliente come deve comportarsi con le unghie, indicarle cosa può e cosa non deve fare.

Bisogna guidare le proprie clienti con i giusti consigli sull’uso delle unghie, facendo le domande corrette per scoprire quali sono gli elementi che possono farci capire che tipo di prodotto va applicato su quel tipo di unghia.

Molte clienti fanno una vita frenetica e un tipo di prodotto non è adatto al loro “stile di vita”, perciò devi essere tu a consigliarle il meglio.

Perciò, effettuare una consulenza pre-trattamento è un ottimo modo per evitare molti sollevamenti, che possono dipendere anche dallo stato di salute della cliente.

NOTA BENE: Verifica se le tue clienti hanno delle malattie particolari o se assumono determinati farmaci. Spesso i sollevamenti sono dovuti ai medicinali che assumono.

Per questo motivo per fare il tuo lavoro da onicotecnica consulente, è importante eseguire la anamnesi, attraverso domande specifiche. Solo in questa maniera hai svolto il tuo lavoro al 100%.

2  – Sollevamenti del prodotto: Le tue conoscenze…

Teoria e tecnica fanno la differenza. Guardando l’aspetto teorico, un’onicotecnica deve conoscere:

  1. L’anatomia e ftsiologia dell’unghia naturale.
  2. Le patologie dell’unghia naturale.

La conoscenza teorica è fondamentale per saper osservare l’unghia naturale e capire le varie problematiche, per riuscire a consigliare il trattamento ideale per la cliente. Ovviamente dobbiamo conoscere anche la parte pratica che riguarda:

  1. La chimica di prodotti.
  2. La preparazione della zona cuticole
  3. La struttura dell’unghia.
  4. L’igiene e pulizia.
  5. L’errato utilizzo degli attrezzi.
  6. Il mantenimento sbagliato dei prodotti.

A cosa ci serve capire come funzionano i prodotti?

L’onicotecnica ha a disposizione per lavorare diversi sistemi per eseguire un trattamento e ogni singolo prodotto può essere utilizzato in due modi; nel modo sbagliato o nel modo corretto.

Il gel, l’acrilico e i preparatori sono prodotti chimici e se utilizzati nel modo sbagliato possono darti problemi di sollevamento o di rottura del prodotto, e questi possono essere risolti solamente sapendo qual è il loro utilizzo migliore e anche sapere in che modo bisogna mantenerli quando non vengono utilizzati (temperatura nel salone).

Ti faccio un esempio; sapevi che la funzione di un disidratante per la preparazione dell’unghia è solamente quella di rimuovere l’umidità dalla lamina?

Se prima di iniziare il trattamento non fai lavare le mani alla cliente e con la spazzolina non rimuove la parte grassa, questa verrà catturata dal pennellino del disidratante e andrà a contaminare il liquido quando vai a reinserirlo nel contenitore.

Quando vedi che il liquido dentro il contenitore è sporco, questo può essere una delle cause del sollevamento perché questo prodotto che serve a pulire la superficie è saturo di oli e invece di rimuovere l’umidità, lascerà la superficie sporca di oli.

Magari questo ti può sembrare un aspetto secondario ma come hai visto non lo è affatto.

3  – Sollevamenti del prodotto: La preparazione della zona cuticole…

Questa ricopre un ruolo importante nell’adesione del prodotto.

Tutti sanno che bisogna rimuovere le cuticole perché sono la causa del sollevamento, ma pochi sanno che la preparazione dell’unghia naturale per essere veramente efficace, deve essere fatta in modo completo altrimenti non avrai la visione completa per eseguire una struttura corretta.

Conoscere un metodo di lavoro specifico, ti permette di fare un eccellente preparazione della zona cuticole.

4  – Sollevamenti del prodotto: La struttura corretta…

È il punto fondamentale per evitare i sollevamenti in quanto deve rispettare le 4 leggi fisiche (leva, tunnel, parallelismo e apice ), che trovi ben spiegate nel mio libro Professione Onicotecnica.

Queste leggi incidono moltissimo sulla tenuta del prodotto perché se seguite nel modo giusto ti permettono di fare ricostruzioni unghie sottili e resistenti.

Segui questi piccoli consigli per il lavoro di tutti i giorni e vedrai che le tue clienti saranno sempre più soddisfatte dei tuoi trattamenti e vedrai, che non avrai problemi di clientela.

Se vuoi scoprire come come migliorare le tue competenze su questi pilastri, allora ti aspetto alla prossima data del Corso Professione Onicotecnica.

Su questo link puoi avere tutte le informazioni >

Alla prossima lezione,


Roberta Giannetti
Autrice e Insegnante del
Metodo Professione Onicotecnica.

Acquista entro il 7 ottobre con il 60% di Sconto!

X