Your cart is currently empty.

Come lavorare in modo igienico e sicuro per te e le tue clienti

Aver cura dell’igiene e della sicurezza – sia quella dell’onicotecnica che quella della cliente – è indispensabile per svolgere questa professione in modo serio e adeguato.

Uno dei maggiori problemi di questa professione è appunto la poca cura di questi 2 aspetti.

Sono ancora moltissime le onicotecniche e i centri di ricostruzione unghie che non rispettano le regole basilari per assicurare sia a loro stesse che alle loro clienti un minimo di certezze sotto questo punto di vista.

Per questo motivo in questo articolo andrò a parlarti:
– Delle cause che questo comporta.

– Delle SOLUZIONI più idonee per te e per le tue clienti.

 

2 Problemi principali

Il problema principalmente nasce dalla poca informazione che hanno le onicotecniche su questi argomenti.

Parlando dal punto di vista pratico, un PRIMO PROBLEMA è che la maggior parte delle ragazze che frequentano corsi di formazione del settore – sia se sono alle prime armi, sia che lavorino da diverso tempo – non hanno alcun supporto da parte delle aziende che le formano.

Il motivo principale è che le aziende non hanno alcun interesse a parlare di prodotti che non hanno in magazzino (ma che risolvono questi problemi), e quindi si concentrano solo sulla formazione tecnica e sui prodotti che rivendono.

Il SECONDO PROBLEMA è che, mantenere uno standard alto del servizio nel salone, richiede un grande dispendio di energie e di costi da sostenere. Questo è sopratutto il motivo del perché molti saloni non rispettano alcune regole basilari o le rispettano parzialmente.

Più avanti approfondirò questo argomento…

Perché l’igiene e la sicurezza sono importanti?

Sono due i motivi principali per i quali devi tener conto di questi aspetti:

1) La tua salute.

2) La salute della tua cliente.

Molto spesso accade che per lavorare più velocemente o per risparmiare denaro si evita di acquistare il kit di mascherine, guanti, attrezzi adeguati ecc… Ma quando compaiono i primi segni di allergia che ti impediscono di lavorare oppure accade che contagi le tue clienti (accade sopratutto attraverso la polvere “infetta” da batteri), e non sai in che modo risolvere il problema, allora inizierai a capire che forse risparmiare a breve termine non è stata una grande strategia.

Quindi qual è il modo migliore per proteggerti e proteggere le tue clienti ed evitare ENORMI conseguenze per la tua attività?

Ci sono delle accortezze che devi applicare da subito e che possono letteralmente salvarti la vita e la vita della tua attività. Eccole qui:

1) Utilizza dispositivi di protezione individuale (DPI).

2) Un ottimo sistema di ventilazione diviso in 3 zone.

3) Utilizza attrezzi disinfettati ad alto livello e attrezzi monouso.

1) Dispositivi di protezione individuale (DPI).

I dispositivi di protezione individuale sono chiamati proprio così perché servono a proteggerti e salvaguardarti da problemi di salute.

Quelli che vengono utilizzati nel nostro lavoro sono 3:

– Protezione delle vie respiratorie (mascherina).

– Protezione degli arti superiori (guanti).

– Protezione degli occhi (occhiali protettivi).

 

Almeno i primi due sono indispensabili e ti evitano di:

1) Non andare incontro a possibili allergie a causa di un contatto eccessivo con la polvere e con i prodotti per la ricostruzione unghie.

2) Non contagiare e non farti contagiare da possibili infezioni batteriche.

 

mascherina2

I dispositivi di protezione hanno una vita breve nel senso che devono essere cambiati e non riutilizzati a vita.
Per questo motivo prima ti ho scritto che non è un “lavoro economico” il nostro; ad esempio la mascherina (NON devi assolutamente usare quella usata dai dottori), deve essere cambiata anche una volta al giorno SE non possiedi un sistema di ventilazione adeguato.

I guanti sono monouso e perciò devono essere buttati dopo ciascun trattamento, altrimenti il contagio avviene comunque.

Più trattamenti esegui e più il costo di ciascun trattamento sale. Questa è una pianificazione che devi fare prima che tu apra il tuo centro di ricostruzione unghie se ancora non lo possiedi e farla immediatamente se non l’hai mai eseguita.

Ma cosa accade se punti al risparmio e pensi che tanto come stai lavorando ora va bene lo stesso?

img

Questa ragazza ha usato una sola volta la mascherina “da dottore”, acquistata in uno store di fornitura cinese e questo è il risultato dopo un’ora e mezza di lavoro. Lo sfogo è durato per i successivi 3 giorni con l’intera faccia gonfia (per privacy non ho inserito l’immagine completa, ma puoi immaginare).

La mascherina non basta se non hai un ottimo sistema di aspirazione diviso in tre zone.

2) Sistema di ventilazione diviso in 3 zone.

Per avere un sistema di aspirazione completo devi avere:
1) Aspiratore nella zona dove operi, quindi lì dove produci direttamente la polvere e i vapori dei prodotti che sono nocivi per la tua salute.

2) Un sistema che pulisca l’aria del tuo salone a prescindere se stai lavorando o meno sulle unghie della tua cliente.
Un ambiente non ventilato alla perfezione si nota dal cattivo odore che si avverte entrando nel salone, dovuto alle polveri ed ai vapori che restano nell’aria e ne sono la principale causa.

3) Sistema di pulizia dell’ambiente da inserire all’interno del salone con FILTRI posizionati nel sistema di ricambio dell’aria.

 

Soffermandoci sull’aspirazione della postazione di lavoro, sono pressoché inesistenti le aziende che offrono una soluzione valida (forse ce ne sono 2 ma non posso assicurare che la soluzione offerta rispetti totalmente quelle che sono le esigenze di un’onicotecnica).

Molte soluzioni sembrano innovative ma si limitano a fornirti un motore più potente che elimina solamente la polvere, lasciando comunque i vapori e i residui che produci in circolo nell’aria.

Un sistema di aspirazione adeguato è quello consigliato dal più grande esperto di unghie naturali e prodotti per la ricostruzione unghie – Doug Schoon – il sistema si chiama AEROVEX.

3) Attrezzi disinfettati ad alto livello e attrezzi monouso.

Ogni attrezzo utilizzato deve essere disinfettato ad alto livello, cioè non basta l’igienizzazione con spray o utilizzare amuchina, ma serve un ciclo di disinfezione vero e proprio con i liquidi specifici e con le attrezzature adatte.

Partendo dagli attrezzi monouso, che possono essere bastoncini d’arancio, lime monouso o anche i cilindri abrasivi della fresa, che sono attrezzi che vanno utilizzati su una persona e poi buttati perché possono essere la causa di trasmissione di infezioni batteriche.

Poi ci sono gli strumenti che puoi riutilizzare, ma che devono essere disinfettati. E’ importante che gli strumenti siano di un materiale di alta qualità che si può disinfettare e che non sia ferro altrimenti vai incontro alla ruggine che causa danni ben più gravi della semplice infezione batterica o trasmissione di funghi.

Negli strumenti che possono essere disinfettati rientrano anche le lime di cartone. Proprio così, deve essere un cartone lavabile e di alta qualità. Per capirlo basta lavare la lima, disinfettarla, e farla asciugare, se non è riutilizzabile è una lima monouso.

Questi sono alcuni dettagli che NON DEVONO MAI mancare in un salone di ricostruzione unghie, per lavorare in sicurezza e assicurare l’igiene a te e alle tue clienti.

Vuoi scoprire come CREARE UN AMBIENTE DI LAVORO SICURO AL 100%?
Impostare nel tuo salone un SISTEMA DI VENTILAZIONE PERFETTO?

Scoprire QUALI ATTREZZI USARE PER I TUOI TRATTAMENTI?

Con il prossimo Corso Professione Onicotecnica metterò a disposizione delle mie allieve il MANUALE LAVORA IN SICUREZZA!

Scritto per tutte le onicotecniche che vogliono il massimo dell’igiene e della sicurezza nel loro salone di ricostruzione unghie.
CLICCA qui sotto e prenota in ANTEPRIMA il tuo posto per la prossima data del Corso Professione Onicotecnica:

460704847

Comments are closed.